immagine

mercoledì 13 novembre 2013

Meno male che c'è la nostra Costituzione

Afrodite K è tranquilla, la Costituzione la tutela:

ART.3"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese" 
ART.32
"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti...."
ART.38
"Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all'assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria........"

Certo, salvo che poi ai pazienti oncologici che hanno l'esenzione totale (048) come me e che devono fare accertamenti per complicazioni post-chirurgiche alla spalla, la risonanza magnetica non si fa prima di 4 mesi e l'ecografia di controllo prima di 5. Bene. Ovviamente vai a pagamento, ma tanto puoi stare tranquilla cara Afrodite K, se sei lavoratrice autonoma, stai in malattia e prendi lo stipendio come prima, così puoi pagarti le cure, no?. NO, invece. Questo succede solo nei sogni, o nei cartoni giapponesi.
Afrodite K è un pò incazzata perchè nella Costituzione si parla di lavoratori, mica di lavoratori dipendenti. Lei che è un robot capisce che ci si riferisce a TUTTI i lavoratori. Invece no, ha capito male. Ma è solo un robot.
.

4 commenti:

  1. io sono libera proifesionista iscritta inarcassa, e mi sono stata vista negare il diritto ad un assegno di inabilita temporanea, perche una mastectomia con linfonodo sentinella non è ritenuta una patologia che richiede almeno 41 giorni di inabilita, che è il minimo per accedere all'assegno
    Sto facendo ricorso, ma so gia che andra a vuoto...

    RispondiElimina
  2. Lasciamo perdere.....è uno schifo. Acta sta raccogliendo le brutte esperienze dei liberi professionisti che si ammalano gravemente: http://www.actainrete.it/2013/12/acta-con-daniela-il-tumore-non-e-uguale-per-tutti/ . Se ti va raccontagli anche la tua. La mia l'hanno un pò adottata come testimonianza emblematica ma dietro la mia storia ci sono centinaia di drammi senza voce

    RispondiElimina
  3. MI associo a Stefania! Anche io mi sono appena vista negare l'inabilità temporanea proprio da Inarcassa. Uno SCHIFO!!! Con tutti i contributi che versiamo...per loro una mestectomia con ricostruzione e svuotamento ascellare non ti rende inabile al lavoro per 41 gg. Provassero loro...Senza contare che a 70 gg dall'intervento sto ancora facendo fisioterapia tutte le mattine. Anche all'atto pratico, come si fa a lavorare (problemi fisici a parte?!). Ora vedremo se la Polizza Base mi darà la diaria per intervento e per le chemioterapia...oltre a rifondermi delle spese sostenute. Se facessero storie anche loro non so come reagirei.
    Per Stefania, il tuo ricorso come è andato?

    Daniela, ci siamo conosciute su durecomemuri; che fatica ammalarsi, sembra quasi una colpa..

    RispondiElimina
  4. Ciao, Per il mio ricorso, ovviamente non so nulla...Ora volevo chiamare per capire se la polizza base (di cui ammetto la mia ignoranza, ignoravo l'esistenza, e quando ne sono a venuta a conoscenza era troppo tardi), coprirà in qualche modo anche i tempi della ricostruzione.
    Vi farò sapere se ho delle notizie, intanto mi sono iscritta al tuo blog, sono una scambiatrice di casa convinta da più di dieci anni, e lo sarò ancora mooolto a lungo ;-)

    RispondiElimina