immagine

mercoledì 30 aprile 2014

I miei 8 mesi senza la Terapia Ormonale

Eccola qua, la fotografia che feci a settembre 2013 proprio nel periodo in cui stavo peggio perchè in fase di decisione: fare o non fare la terapia anti-ormonale assegnata come terapia adiuvante dall'oncologa. Il perchè della mia decisione finale l'ho spiegato bene a suo tempo. Adesso sono passati ormai 8 mesi senza la puntura mensile di decapeptyl e senza la pasticca giornaliera del tamoxifene. E faccio il punto della situazione, anche perchè spesso me lo chiedono.....

martedì 29 aprile 2014

Le cicatrici sono disdicevoli e fanno perdere gli amici su facebook

Argomento caldo, caldissimo in questo periodo. Il corpo femminile imperfetto che si mostra scatena fautori e detrattori. Afrodite K continua a informare e sensibilizzare sulla questione: scandalo se una donna operata al seno si mostra. Lo continua a fare fermamente convinta che la questione sia negli occhi di chi guarda e non nello stimolo in sè. Ergo.....interrogarsi su quali sono le proprie reazioni di fronte a certe immagini (donne, uomini, malate o meno, operate o meno) è un ottimo modo di conoscere meglio se stessi. La giovane australiana della foto, per esempio, porta avanti la sua battaglia contro il cancro ma viene insultata su Facebook e le sue foto segnalate al social network.

domenica 27 aprile 2014

Altri commenti dei firmatari della Petizione

Prosegue incessante la raccolta delle firme per la Petizione "Diritti e assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano". Ecco altri commenti dei firmatari tra gli oltre 38.000 che hanno aderito fino ad ora: "Perché tutti i cittadini italiani devono essere uguali, indipendentemente dalla forma giuridica del lavoro che scelgono di intraprendere!" Silvia de Carli

sabato 26 aprile 2014

Tette in protesta


La malattia non guarda in faccia al tipo di contratto di lavoro e neppure al fatto che un lavoro tu ce l'abbia o meno: di fronte ad un tumore siamo tutti uguali.
1 donna su 8 nel corso della propria vita si ammala di cancro alla mammella e in Italia esistono 1 milione e 150mila donne lavoratrici autonome a tempo pieno (Istat 2013). Negli ultimi anni sono aumentati del 29% i tumori al seno nelle donne giovani sotto i 40anni (ancora in età lavorativa).
Le discriminazioni e le ingiustizie che tante donne devono sopportare non sono più tollerabili. Le tette delle donne sono incazzate nere e tutto questo non lo accetteranno più!! Firma la Petizione

venerdì 25 aprile 2014

Non chiedetemi se sono guarita, non lo sò!!

Quando mi chiedono se sono guarita (dopo soli 9 mesi), mi ci scappa da ridere. E che ne so io! Quando sarò finita sottoterra per qualcos'altro, la mia anima tornerà e dirà a tutti "Gente, avete visto, ero guarita dal cancro!". Il tumore è così, ha delle logiche e dei tempi che non ci sono familiari e che non lo sono sicuramente a chi il cancro non lo ha mai incontrato. Basta averci avuto a che fare, direttamente o indirettamente (con amici e parenti) e la situazione già ti è più chiara.

giovedì 24 aprile 2014

Ma chi sono questi lavoratori autonomi?: qualche dato al di là degli stereotipi

Ogni volta che sento parlare del lavoro autonomo da chi lavoratore autonomo non è, vengono fuori un sacco di stereotipi, informazioni mancanti, verità assolutamente infondate, una fotografia complessivamente molto "vecchia": ricchi, evasori, false partite iva.  Dobbiamo quindi fare un pò di chiarezza anche per capire meglio chi sono veramente questi lavoratori autonomi e cosa può quindi succedere se questi si ammalano gravemente.

mercoledì 23 aprile 2014

Messaggio ai Dottori...... ma anche a noi stessi

Ho recentemente intercettato questo video messaggio di Marco Sesanta un paziente oncologico che seguo da un pò e che ha deciso di rifiutare le terapie mediche che gli sono state proposte. Si è costruito un suo personale protocollo che sta facendo regredire il suo carcinoma epatico molto aggressivo (incurabile per la medicina ufficiale). Bello, bellissimo, questo video, soprattutto la fine, il suo sorriso, la sua energia. Ma al di là dei contenuti in sè del messaggio lanciato da Marco ai medici, il video mi ha fatto molto riflettere e si sono collegate alcune sinapsi del mio cervello. Vi racconto cosa mi hanno detto.....

martedì 22 aprile 2014

La mia colazione superenergetica: Crema Budwig superpersonalizzata

Per chi deve gestirsi un tumore, il momento del risveglio è importante. Vuol dire partire con il piede giusto o meno. Eccola quà, la mia gioia del mattino! Solo a pensarci quando mi sveglio, già mi mette allegria e voglia di scendere dal letto. Si tratta di una colazione supersana ed energetica frutto di una serie di adattamenti rispetto alla ricetta ufficiale della Dott.ssa Kousmine e del suo metodo. Ecco come, dalla ricetta originale, sono arrivata lla mia Crema Budwig superpersonalizzata.....

lunedì 21 aprile 2014

Afrodite K porta la sua testimonianza al corso "Donne SOle"

E' stato davvero facile convincermi a portare la testimonianza della mia avventura all'interno di questo percorso formativo per donne single ed in coppia: "Donne SOle" che si terrà nella sua prima edizione nazionale a Grosseto il 7 giugno 2014. Il significato rinnovato dato a questo aggettivo e sostituito con l'immagine di un sole caldo, mi ha conquistata da subito. Il seminario si svolgerà attraverso un 4 mani della dott.ssa Marilù Mengoni biologa nutrizionista e psicologa esperta in psicoalimentazione con Afrodite K che arricchirà teoria e pratica condividendo con le partecipanti le risorse interne ed esterne impiegate per gestire la propria malattia trasformandola anche in una battaglia sociale. Approfondisci tutti i dettagli.....

sabato 19 aprile 2014

Tette, tumori, reggiseni e..... figure di cacca

Mercoledì 16 aprile 2014. Conferenza stampa della Cisl a Roma. Afrodite K viene invitata a testimoniare la situazione dei lavoratori autonomi che si ammalano. Situazione importante, contesto formale. Giornalisti ovunque: radio, TV, giornali. In genere Afrodite K nella sua nuova condizione, il reggiseno in genere lo evita perchè dà un pò fastidio. Ma con la sua nuova tetta bionica che punta in alto a destra nella sua seconda piena e l'altra piccoletta rintanata in basso, in una condizione di evidente strabismo tettifero, aveva preferito non dare troppo nell'occhio ed indossare un bel reggiseno a fascia, imbottito. Pessima decisione.....

venerdì 18 aprile 2014

I touch myself: l'inno che promuove l'auto-palpazione

Ecco una bella campagna di prevenzione: toccatevi donne!
"I touch myself" è una canzone del 1990, hit e al tempo stesso inno alla sessualità femminile consapevole. Cantata dalla rock band australiana Divinyls, nota soprattutto negli anni ’80, capitanata dalla cantante Christine Joy Amphlett (Chrissy). Qualche anno fa, alla donna fu diagnosticato un cancro terminale al seno, scoperto dalla stessa tramite l’autopalpazione (dopo che ripetuti esami clinici non ne avevano evidenziato la presenza). La Amphlett decise così di riproporre la nota canzone con una chiave di lettura differente, sottolinendo l’importanza dell’auto-esame e stimolando così, tutte le donne, a controllare il proprio corpo.

giovedì 17 aprile 2014

Ma le associazioni di categoria che fanno?

I lavoratori autonomi sono molti, il 24% della popolaziona lavorativa italiana. Possibile che l'unica associazione che sta appoggiando la Petizione "Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano" sia ACTA? Afrodite K riceve ogni giorno le lamentele e le storie di artigiani, commercianti, agenti di commercio, per non parlare degli appartenenti agli ordini professionali (architetti, avvocati, giornalisti, psicologi....). Cosa fanno le loro associazioni di categoria per tutelarli rispetto alla possibilità di rimanere a lungo inattivi a causa di malattie prolungate? Stanno appoggiando la petizione che è partita a febbraio? La stanno divulgando ai loro associati? Stanno dando il loro contributo per aumentare le firme e per arrivare al Governo? Lavoratori autonomi, di tutte le tipologie, rompete le scatole alle associazioni che vi rappresentano. Cosa le pagate a fare altrimenti le vostre quote, le vostre casse?. Datevi da fare, fategli muovere il culo, ve lo devono!. Se non vi supportano su una cosa così importante come il diritto alla tutela durante la malattia, su cosa devono farlo!.

lunedì 14 aprile 2014

Ecco i numeri dell'Inps che giustificano il mio sciopero fiscale

"Ma dai..., cosa ti lamenti a fare, versate poco e quindi avete poco in termini di diritti previdenziali. Andate a farvi una bella assicurazione va...., invece di rompere!". Ecco l'obiezione più frequente che un lavoratore autonomo si trova a gestire quando si lamenta per la mancanza di tutele assistenziali da parte dell'Inps in caso di grave malattia. E invece le cose non stanno proprio così..... Afrodite K è sempre più convinta della sua disobbedienza fiscale. Leggetevi assolutissimamente l'articolo di Anna Soru, ricercatrice economica e presidente di ACTA intitolato "L'Inps lucra anche sulle nostre prestazioni assistenziali".

venerdì 11 aprile 2014

Ecco cosa serve alle donne operate al seno.....ma Afrodite K dice NO!

E' ormai da un pò che nel web ogni tanto qualche donna (in genere non famosa) che è stata operata al seno per un tumore posta le proprie foto a torso nudo mostrandosi così com'è, cicatrici comprese. Beh, le reazioni successive sono in molto casi davvero forti. Attacchi a non finire, persone che tolgono l'amicizia da Facebook, Facebook stesso che elimina le foto e così via. Un ultimo caso è avvenuto su Facebook recentemente ed adesso sta girando questo capolavoro di messaggio che Afrodite K non può proprio esimersi dal commentare perchè sarà anche la paladina battagliera dei diritti dei lavoratori autonomi che si ammalano, ma siccome c'ha preso gusto, scende in campo anche di fronte a ciò che reputa grave e soprattutto un messaggio pericolosissimo come il seguente..........

mercoledì 9 aprile 2014

Altri commenti dei firmatari della Petizione

Prosegue incessante la raccolta delle firme per la Petizione "Diritti e assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano". Ecco altri commenti dei firmatari tra gli oltre 37.000 che hanno aderito fino ad ora: "La stessa cosa è capitata a me, alla fine il conto per lo stato e non solo sarà molto più costoso che se mi avessero aiutata al momento opportuno. Ora la ditta è al collasso, i miei operai a carico dello stato, mi resta solo il mio corpo malato, che se lo vengano a prendere pure." Silvia Abortivi di Parma

sabato 5 aprile 2014

Mangiare o curarsi?: quando le partite iva hanno il cancro

E vai, di nuovo. Tanto per fare un'istantanea di cosa vuol dire ammalarsi da lavoratrice autonoma. E' solo un banalissimo esempio, un piccolo e microscopico spaccato di vita quotidiana di un lavoratore autonomo che si trova a gestire un cancro, uno tra tutti quelli che caratterizzano il viaggio di una partita iva con il suo tumore. Fresco, attuale e concreto. Se aveste ancora qualche dubbio sulla necessità di dare a tutti i lavoratori gli stessi diritti in caso di malattia, divertitevi a leggere e..... firmate.

venerdì 4 aprile 2014

Chi si lamenta è un piagnone!: ecco come far morire il pensiero critico

Per un malato di cancro è davvero molto difficile riuscire a far passare un messaggio equilibrato al mondo esterno. Il rischio in agguato è quello di polarizzarsi. Cadere nell'edulcorazione fatta di fiocchetti rosa e di gran sorrisi coraggiosi e positivi da "cancer warrior" da un lato oppure nella sofferenza cupa, nella lamentela e nello sdegno dall'altro. Un tumore è entrambe le cose: forza, coraggio e positività da un lato ma anche lotta per una qualità di vita migliore e battaglia per svelare e condannare le ingiustizie e la mala-informazione. Il cancro non può e non deve essere solo un problema personale, quando vengono a mancare alcuni diritti di base, diventa una questione sociale. Le due cose non si escludono a vicenda, ma far passare questo è davvero moooolto difficile. A noi tumorati viene chiesto continuamente di schierarci e scegliere tra i due estremi, soprattutto i media.....

mercoledì 2 aprile 2014

La FAVO sostiene la Petizione “Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano”

Afrodite K continua a smuovere le acque stagnanti. Fare network, attivare alleanze ed unirsi ci rende tutti più forti nella difesa dei diritti umani fondamentali come quello di poter avere una malattia dignitosa. Anche la FAVO, Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia, ha deciso di sottoscrivere e promuovere la Petizione “Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano”, lanciata da Afrodite K. Grazie ad Elisabetta Iannelli segretaria generale della Favo e vice presidentessa di AIMAC Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici Onlus, per il suo sostegno!!