immagine

sabato 29 novembre 2014

I germogli Alfa Alfa: i piccolini che annaffio e curo ogni giorno

Sono conosciuti anche come germogli di erba medica ed appartengono alla famiglia delle leguminose. Li ho scoperti dopo i germogli di lenticchie che mi facevo abitualmente e me ne sono talmente innamorata che adesso coltivo e mangio prevalentemente loro. Li chiamo i miei bimbi perchè in effetti li devi accudire ed annaffiare circa 2 volte al giorno per vederli crescere e per vedere quelle tenerissime foglioline spuntare in cima ai germoglietti. Poi tutta questa tenerezza d'animo ad un certo punto finisce e te li pappi. Ma così è la vita, continua alternanza tra nascita, vita e morte ed i germogli non fanno eccezione. Mi consolo sapendo che niente si crea e niente si distrugge e quindi i mie piccoli continuano a vivere a loro modo in me e nelle mie cellule piene dei loro principi nutritivi e felici , almeno spero.

martedì 25 novembre 2014

2° acconto Inps 2014: Afrodite K prosegue il suo sciopero contributivo

La data del 30 novembre 2014 (termine che slitta a lunedì 1° dicembre 2014) coincide con un’importantissima scadenza per i contribuenti titolari di partita Iva iscritti alla gestione separata dell’INPS. Questi ultimi, infatti, sono tenuti a versare il 2° acconto 2014 dei contributi previdenziali. L’aliquota contributiva vigente per quest’anno è del 27,72%. L'aliquota è totalmente a carico del lavoratore, con la facoltà in favore di questo di poter addebitare una rivalsa sul cliente del 4% (cosa che spesso non viene in realtà fatta per tenersi il cliente). Afrodite K prosegue la disobbedienza contributiva iniziata nel dicembre 2013 con la quale ha sospeso il pagamento dei contributi a seguito della scoperta del trattamento vergognoso ed anticostituzionale che spetta ad una partita iva ammalata di cancro. Meno male che c'è la campagna di crowdfunding organizzata da ACTA con Buonacausa.org per sostenere le spese legali e coprire i rischi di mora che dovrò affrontare per la mia disobbedienza. Come ha sottolineato nella sua videodichiarazione, Afrodite K continuerà a fare la brava cittadina e contribuente, come ha sempre fatto, quando la cura e l'attenzione alla sua salute ed al suo benessere non sarà più la priorità assoluta e soprattutto quando finalmente Governo e Parlamento si degneranno di dare una risposta concreta alle richieste contenute nella Petizione "Diritti e tutela per i lavoratori autonomi che si ammalano". Stay tuned.

domenica 23 novembre 2014

Lavoratori autonomi ammalati, invisibili come gli uomini con il cancro al seno

Afrodite K è consapevole di come ci si senta a "non esistere" ad essersi ammalati e contemporaneamente a doversi muovere come dei "fantasmi". I lavoratori autonomi e le partite iva questo stato d'animo lo conoscono molto bene, quando si ammalano gravemente poi ci sono immersi fino al collo. Sarà forse per questo che provo un'istintiva empatia ed un naturale senso di condivisione con chi, se pur in numero contenuto (ma a chi ci rientra di essere un caso raro gliene frega il giusto) si ammala di cancro alla mammela ed è un uomo. Perchè ebbene sì, anche agli uomini possono impazzire le tette.

giovedì 20 novembre 2014

Webinar sulla "sessualizzazione" del cancro al seno

"Per favore, smettetela di fissare il mio seno! La sessualizzazione del cancro al seno". Ecco il titolo del webinar gratuito che Breast Cancer Action realizzerà sia il 10 che l'12 dicembre 2014. Se avete un buon livello di comprensione della lingua inglese, non ve lo perdete! Qua in Italia di queste cose qui non se ne vedono proprio. Per ora. Confido però che, come all'estero sono nati movimenti d'opinione e di azione integrativi e contrappositivi alla cultura dominante che caratterizza il cancro al seno, anche da noi possa svilupparsi e crescere un pensiero più ricco di quello attuale. Intanto aiutiamoci con quel che succede altrove.....

mercoledì 19 novembre 2014

Il coraggio di essere sè, Beatriz Preciado ed il cancro al seno

Oggi mi è capitato tra capo e collo un articolo bellissimo che ho letto la prima volta tutto d'un fiato, trangugiandolo, poi le volte successive più lentamente, assaporandolo. Il pezzo "Il coraggio di essere sè" è di Beatriz Preciado, fino a ieri per me emerita sconosciuta, anzi sconosciuto, ma che adesso probabilmente seguirò nei suoi scritti sugli studi di genere e la teoria queer, perchè le sue riflessioni mi hanno davvero colpito. Ma cosa c'entra tutto questo con il cancro al seno?

lunedì 17 novembre 2014

Perchè essere una paziente attiva, propositiva ed esperta può fare la differenza

Lo schock post-diagnosi con relativa fase di rincoglionimento, confusione ed estraneazione non è durato moltissimo. Sarà che, essendo in una situazione di emergenza particolare dovuta all'interazione contemporanea di più fattori (malattia, essere rimasta sola, problemi lavorativi ed economici), o mi attivavo svegliandomi e dandomi una mossa da brava paziente propositiva o tutta 'sta roba mi avrebbe spiaccicato come quei porcospini che provano ad attraversare la strada.

venerdì 14 novembre 2014

Voglio un medico che curi me, non la mia malattia. In attesa, lo faccio da sola

La recente morte di Robin Williams mi ha ricordato il fantastico personaggio che aveva interpretato "Patch Adams" e la frase che fa dire a questo medico speciale davanti alla commissione che lo sta esaminando.
"La missione di un medico non deve essere solo prevenire la morte ma anche migliorare la qualità della vita. Ecco perchè se si cura la malattia, si vince o si perde. Se si cura la persona, vi garantisco che si vince sempre, qualsiasi esito abbia la terapia".

martedì 11 novembre 2014

Afrodite K e la Feijoa: l'effetto sul cancro al seno forse è un'incognita ma la sua bontà è una certezza

La feijoa è in realtà un arbusto sempreverde originario del Sud America ma cresce bene anche da noi ed è famoso per i suoi bellissimi fiori. In realtà produce frutti commestibili, buonissimi e pieni di proprietà, praticamente piccole bombe antiossidanti, ottime per chi deve gestire un tumore. Io l'ho scoperta per caso l'anno scorso perchè cresce nel giardino che affianca casa mia. Tenendo conto che poi mi sono beccata un tumore al seno, averla lì accanto è stata una botta di fortuna non indifferente.

sabato 8 novembre 2014

L'importanza della disobbedienza: come è nata la mia battaglia per i lavoratori autonomi

Che quello che iniziai a fare 1 anno fa avesse qualcosa di "speciale", era una sensazione che avvertivo già da un pò di tempo. Che avessi trasformato qualcosa di piccolo e specifico (il mio cancro al seno e tutte le conseguenze successive) in qualcosa di più ampio ed impattante su molte persone, mi era chiaro. Che tutta la battaglia che sto portando avanti per la tutela dei lavoratori autonomi e delle partite iva che si ammalano gravemente trascende la mia persona è noto ormai a tutti. Quando mi è capitato però di imbattermi in questa videointervista fatta a Igor Sibaldi proprio sul tema della "disobbedienza", tutta la mia incredibile avventura ha assunto caratteristiche e contorni ancora più precisi.

mercoledì 5 novembre 2014

Jobs Act, Legge di Stabilità, Partite Iva e Malattia: meno male che c'è Acta

Nella puntata di Ballarò del 4 novembre 2014 per la prima volta, grazie ad Acta Associazione Consulenti Terziario Avanzato, siamo riusciti a vedere in televisione (setting per definizione molto difficile per i processi, le logiche i tempi che comprimono l'approfondimento ed il dettaglio) una fotografia sintetica, chiara ed esaustiva della situazione attuale delle partite iva. Non solo, in modo altrettanto chiaro e netto sono emerse le precise richieste a Parlamento e Governo affinchè consulenti e professionisti non rimangano anche questa volta eterni fantasmi ed esclusi soprattutto dalle tutele per la malattia.

martedì 4 novembre 2014

Cancro al seno, ciste ovarica e reiki: Afrodite K diventa pulp

Allora, per non farmi mancare nulla, dopo il tumore al seno, ecco qua che compare una bella ciste ovarica cicciotta di oltre 5 cm, di tipo emorragico a rischio di schianto improvviso con conseguenti rantolamenti e dolori atroci da correre al pronto soccorso con una bella peritonite e pronta per essere sezionata. Decisamente troppo pulp anche per una fan di Tarantino come Afrodite K.