immagine

mercoledì 25 novembre 2015

Cancro al seno: la violenza della "cultura rosa"

Oggi è la giornata nazionale dedicata alla violenza contro le donne e questo post non è affatto casuale. Le forme di violenza sono davvero molte, alcune estremamente sottili, serpeggianti e nascoste.  Per Ana Porroche Escudero, antropologa e ricercatrice (Lancaster University in Inghilterra) e membro del network Breast Cancer Consortium, anche il modo di presentare e gestire l'argomento "tumore al seno" può a tutti gli effetti configurarsi come una forma di violenza e non a caso utilizza proprio il termine "violenza" nel bellissimo articolo che Afrodite K ha tradotto per voi. Godiamocelo con l'obiettivo di conoscere altre voci, sguardi e prospettive che ci aiutano ad ampliare le nostre menti e ad utilizzare la riflessione critica.

sabato 21 novembre 2015

Essiccare i cachi: provare per credere

Eccolo qua il mio essiccatore domestico in piena attività con i cachi in lavorazione. Ormai la mia cucina è un laboratorio di autoproduzione. Praticamente un parco giochi, alla faccia di chi pensa che mangiare cibo vivo e sano sia un percorso lastricato di privazioni e sofferenza. Roba da depressi ossessivo-compulsivi. Beh, direi proprio di no. Il mio mondo è pieno di colori e sapori, ricco di sperimentazione, creatività e divertimento. L'ultima new entry sono i fantastici cachi essiccati. Troppo buoni!

mercoledì 18 novembre 2015

Dopo il tumore al seno, la Meditazione Trascendentale

Avevo frequentato un corso di Meditazione Trascendentale qua in maremma nel 2001 con un'insegnante di Roma. La dritta me l'aveva data un'amica che frequentò poi il corso con me. Per un anno intero ho praticato l'MT assiduamente. Poi incontrando altre tecniche orientali, l'abbandonai. Gravissimo errore!! Subito dopo la diagnosi di cancro, nell'estate del 2013, l'ho recuperata e da allora mai più abbandonata. Ecco perchè....

martedì 17 novembre 2015

Afrodite K innondata da richieste d'informazioni sulle pratiche Inps

Afrodite K riceve su questo blog, via mail e pure telefonicamente tantissime richieste di aiuto e domande su procedure e pratiche riferite a pratiche personali avviate presso l'Inps. Il focus è soprattutto su invalidità civile ed assegno ordinario di invalità. Se Afrodite K viene vista come un'ancora di salvezza, questa è la misura di quanta fame di risposte ci sia e dell'efficienza del carrozzone Inps. Purtroppo non sono un'impiegata di call center nè un'operatrice amministrativa e quindi non ho la risposta per ognuno dei vostri singoli casi specifici. E mi dispiace davvero ma....

venerdì 13 novembre 2015

La facciamo arrivare la nostra voce di donne colpite dal cancro al seno fino in Texas?

Ogni anni a San Antonio, in Texas, si tiene una grande conferenza nota come San Antonio Breast Cancer Symposium. E` un evento molto importante, durante il quale vengono presentati risultati di studi sul cancro al seno ed a cui sono ammessi anche i pazienti in qualità di advocate (ma cosa si intende per advocacy?). La Alamo Breast Cancer Foundation organizza delle sessioni speciali in cui i pazienti possono interagire direttamente con ricercatori e clinici e fare domande. Quest'anno Advocates for Breast Cancer ha assegnato una borsa a Grazia De Michele, una delle promotrici, insieme ad Afrodite K e ad altre donne, della Lettera per richiedere il ritiro della Campagna Nastro Rosa della  LILT. Grazia così potrà coprire le spese (viaggio dall'Europa, soggiorno e registrazione alla conferenza) di partecipazione all'evento e rappresenterà la voce delle Amazzoni Furiose al simposio e sarà negli Stati Uniti dal 7 al 13 dicembre 2015. Ne siamo assolutamente entusiaste!!

mercoledì 11 novembre 2015

Lavoratori autonomi e malattia: la situazione degli agenti di commercio

I lavoratori autonomi sono tanti, milioni di milioni e gli agenti di commercio sono tra questi. Ebbene sì, anche loro si ammalano. E quando succede sono dolori nonostante versino ben 2 contributi pensionistici e previdenziali (Inps + Enasarco). Becchi e bastonati insomma....

lunedì 9 novembre 2015

Il pericolo di rendere "carino" il cancro al seno senza occuparsi delle sue cause

E' chiaro che ormai da tempo ci sia in atto il tentativo di presentare il cancro al seno come qualcosa di "normale" concentrando l'attenzione sulla diagnosi precoce e sulle cure senza toccare tutte le possibili cause (e fermarle). E' davvero inquietante che nessuno gridi allo scandalo per il fatto che siamo di fronte ad un'evidente epidemia che ogni anno aumenta le proprie statistiche con nuovi casi (ed in età sempre più giovane). Che il cancro al seno esista e che sia così frequente pare un fatto ormai da accettare. L'importante è abbassare il tasso di mortalità. Su tutto il resto, no problem, tanto basta renderlo rosa e "carino", no?  Certo che no! e questa intervista ad una donna operata di cancro al seno lo sottolinea......

giovedì 5 novembre 2015

Suggerimenti e regole per l'uso dell'estrattore di succhi vivi

Dopo la diagnosi di cancro al seno, i succhi vivi sono entrati a far parte del mio protocollo alimentare ad aprile 2014. Me ne faccio almeno 1 al giorno e ne sono entusiasta per le loro incredibili caratteristiche e proprietà. Condivido qua suggerimenti ed indicazioni per l'utilizzo dell'estrattore, frutto della mia personale esperienza e di tutte le sperimentazioni del caso.

mercoledì 4 novembre 2015

Lavoratori autonomi e malattia: ma la battaglia di Afrodite K chi "copre" esattamente?

Portando avanti una denuncia relativa al "collegato lavoro" della Legge di Stabilità 2016 (pare infatti che alcune tutele delle partite iva in caso di malattia grave saranno applicate ai professionisti della gestione separata ma escludono artigiani e commercianti), sulla pagina Facebook di Afrodite K è arrivato il commento "Questo vuol dire Daniela che la tua battaglia non copre anche artigiani e commercianti?". Ottima occasione  per qualche chiarimento sull'impegno che sto portando avanti.

martedì 3 novembre 2015

Cancro al seno, campagne e derive in rosa: parla la chirurga senologa Alberta Ferrari

Dopo gli sproloqui di un mese intero, l'ormai depressivo Ottobre Rosa (ma del resto dopo anni ormai di malainformazione ed inquietante manipolazione delle donne e della malattia), leggere un articolo così mi ha fatto godere non poco. Godere sì, quel godimento che è eros e non erotismo. Piacere autentico. Il sentirsi all'interno di qualcosa che ti rappresenta in pieno, che è bellezza, voce fuori dal coro e disobbedienza rispetto al tentativo di metterci dentro la scatolina "Breast Cancer Show" preparata e precostituita per tutte noi con l'implicita richiesta di adeguarci da brave donne, carucce ed obbedienti. A parlare è la chirurga senologa di Pavia Alberta Ferrari....

lunedì 2 novembre 2015

Parabeni pericolosi per il cancro al seno? Tranquilli, basta un pò di pinkwashing!

Prendo spunto dal recente articolo di Repubblica "Parabeni, nei cosmetici dosi minime potrebbero aumentare rischio di tumore al seno" che riporta i risultati di una ricerca del Silente Spring Institute e della University of California di Berkeley, pubblicato su Environmental Health Perspectives. Toh, scoperta l'acqua calda!. Di questa roba qui se ne parla da mo' ma tanto prima che vadano a rompere le scatole all'industria della bellezza che non solo è una potenza ma che c'ha le mani in pasta fino all'orlo nel rosato mondo della filantropia pinkwasher pro cancro al seno, ce ne corre....