immagine

giovedì 22 dicembre 2016

Sciopero contributivo, more e crowdfunding di Acta

Ve lo ricordate il crowdfunding organizzato dall'Associazione dei Freelance Acta? Beh, quei 10.000€ raccolti grazie a tutti voi serviranno per la maggior parte a coprire le spese relative alla causa legale in corso contro l'Inps che mira a far arrivare la questione tutela dei lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata alla Corte Costituzionale. Ma una parte minore sta coprendo le more che via via mi arrivano relative allo sciopero contributivo di 1 anno e mezzo che ho fatto. Già Acta, a novembre 2015, mi aveva rimborsato 208,28€ attingendo proprio alla raccolta fondi. In questo dicembre 2016 ho ricevuto un altro saldo di 97,79€ da Acta sempre per coprire more relative ai ritardati pagamenti Inps.
Grazie ancora a tutti voi che avete reso questo possibile. Da semplice cittadina ed attivista non avrei mai potuto sobbarcarmi anche gli oneri economici di una battaglia che già mi impegna moltissimo da 3 anni.

mercoledì 21 dicembre 2016

La malattia dei lavoratori autonomi: attiviamoci tutti per segnalare alla Camera una pericolosa "trappola"

Sì lo so, ci sono le feste e siete tutti intontiti da Alberi di Natale, preparazioni varie di pasti e cenoni, regali ed addobbi. Ma come funziona lo sappiano no? Spesso le leggi procedono (con le loro piccole trappole interne) proprio nei periodi di maggiore distrazione (feste e vacanze estive). Nell'articolo di oggi del Sole24Ore si ricorda l'avvio della discussione in Commissione Lavoro alla Camera del testo dello Statuto dei Lavoratori Autonomi. Da tempo sto segnalando una pericolosissima insidia contenuta nella parte dedicata alla malattia che va assolutamente gestita con qualche emendamento prima che il testo sia votato, altrimenti molte partite iva saranno escluse dalle, già poche, tutele previste. Io sto facendo quello che posso sollecitando i media ed i miei personali contatti con associazioni parlamentari. Ma dovete muovere il culetto anche voi se volete proteggere voi stessi, i vostri cari o semplicemente il senso di equità e giustizia. Attivate ogni vostro contatto utile perchè ecco cosa sta succedendo.....

giovedì 15 dicembre 2016

Afrodite K alla Camera dei Deputati fa il punto sulla tutela dei lavoratori autonomi colpiti dal cancro

Alzataccia nel freddo invernale per Afrodite K che si è recata a Roma presso la Camera dei Deputati mercoledì 14 dicembre 2016. Obiettivo? Fare il punto della situazione dei lavoratori autonomi colpiti da grave malattia all'interno dell'incontro-dibattito "L'inclusione dei malati di cancro nel mondo produttivo.... utopia o realtà?" organizzato da Federazione italiana delle Associazioni Volontariato in Oncologia (FAVO). Afrodite K vi racconta cosa è successo e quali promesse son state portate a casa per noi lavoratori autonomi.....

mercoledì 30 novembre 2016

Afrodite K ed il marketing del cancro al seno su Radio Radicale

Il 28 novembre 2016 su Radio Radicale, nel corso della rubrica "Fai Notizia", è stato trasmesso un servizio sul marketing del cancro. E` possibile riascoltare il servizio qui. Dura dieci minuti, ma è denso di informazioni utili sulla questione della strumentalizzazione di questa particolare malattia che Afrodite K spesso affronta in molti suoi post. Oltre ad Afrodite K, ci sono interviste a Grazia de Michele conosciuta come l'Amazzone Furiosa, Giuseppe Serravezza, oncologo e direttore scientifico della Lega Italia per la Lotta ai Tumori (LILT) di Lecce, Marianna Burlando, psicologa e presidente della LILT di Lecce e Chiara Bodini, ricercatrice presso il Centro Salute Internazionale dell'Università di Bologna.
Un grazie gigante a colei che ha realizzato il servizio: Stefania Prandi, fotografa e giornalista scrupolosa e attenta alle problematiche che riguardano le donne. Ha affrontato con coraggio e realismo un tema molto delicato come quello del cancro al seno che in genere viene costantemente banalizzato e "pinkizzato".

venerdì 25 novembre 2016

La violenza di genere del cancro al seno: non una di meno!

Matrioska di AltNovesette
Oggi è la Giornata Mondiale contro la Violenza alle Donne ed ovunque se ne parla.
Una delle caratteristiche della violenza è quella di avere innumerevoli facce, alcune molto visibili fatte di calci, pugni ed acidi, altre più insidiose, sottili, invisibili, addirittura socialmente accettate.
Beh.... anche l'esperienza del cancro al seno può rappresentare una violenza per moltissime donne. Io ne so qualcosa e, prendendo spunto dal bellissimo post di Grazia De Michele (amica e compagna di battaglie passate e future), vi racconto cos'è per me la violenza di genere del cancro al seno.....

mercoledì 23 novembre 2016

Afrodite K sostiene l'Associazione aBRCAdaBRA

Un'altra giovane donna se n'è andata, Fabiana Gregori, socia fondatrice e membro del Consiglio Direttivo di aBRCAdaBRA Onlus associazione che si propone di sostenere le persone portatrici di mutazione genetica BRCA1 e BRCA2, mutazioni che aumentano la predisposizione a sviluppare un cancro al seno e all'ovaio e sono responsabili della maggior parte dei tumori eredo-familiari.
Un'altra donna ancora che si somma alle 12.000 che ogni anno muoiono. Troppe, davvero troppe.....

lunedì 14 novembre 2016

In Europa nasce la task force legale per i diritti dei malati di cancro: una speranza per i lavoratori autonomi?

Arriva una bella notizia dall'European Cancer Patient Coalition (ECPC): la costituzione fresca fresca di una task force per tutelare i diritti dei malati di tumore. I malati di cancro in ciascun paese europeo hanno diritto ad eguali tutele e benefici giuridici ed economici per poter affrontare con forza e dignità la malattia e le innumerevoli ricadute socio-sanitarie causate anche dai trattamenti terapeutici antineoplastici. Le disparità di trattamento non sono accettabili ma, purtroppo, sono spesso una realtà che non può e non deve essere ignorata. Chissà, magari questa iniziativa porterà anche una maggiore attenzione e maggiori tutele a quei pazienti oncologici che sono partite iva e lavoratori autonomi.

martedì 8 novembre 2016

Afrodite K sostiene la battaglia per l'informazione ed il riconoscimento della vulvodinia

Afrodite K da tempo segue la battaglia portata avanti da VulvodiniaPuntoInfo Onlus per la sensibilizzazione, la corretta informazione ed il riconoscimento della vulvodinia come patologia invalidante. Nel mondo, ne soffre una donna su sette e in Italia ne sono colpite 4 milioni di donne. La vulvodinia è una sindrome caratterizzata da dolore pelvico cronico che colpisce i genitali esterni. La patologia vulvare provoca sintomi di bruciore e dolore vulvare e si manifesta con sensazione di punture di spillo, scosse elettriche e fitte. Per una donna colpita azioni semplici come camminare o indossare un paio di jeans diventa molto difficile; persino indossare gli slip può risultare insopportabile. La sfera del piacere sessuale e riproduttiva ne risultano fortemente compromesse.  Nonostante l’alta incidenza, la vulvodinia è una patologia sotto-diagnosticata, poiché sconosciuta a molti medici (il tempo medio per una diagnosi è di 4 anni!!). Se poi in tutto questo c'hai anche la fortuna di essere una lavoratrice autonoma, apriti cielo!
Cosa fare?
Firma la Petizione
Guarda il Video
Leggi e diffondi il materiale informativo
Partecipa alla giornata internazionale della vulvodinia (11 novembre)

sabato 5 novembre 2016

Il New York Times parla della ricostruzione del seno "piatta" dopo un tumore

Un grazie gigante a Melanie Testa (di cui ho già parlato in un post) per la segnalazione dell'interessante articolo "Going flat after breast cancer" apparso sul New York Times. Ve ne propongo la traduzione. In Italia su questi temi siamo davvero anni luce indietro e la presentazione alle donne di "tutte" le opzioni a loro disposizione dopo un tumore al seno è reale solo in teoria. Nella pratica effettiva vengono proposte solo le opzioni più plausibili (non si capisce però per chi) e completamente oscurate le altre tanto che se te ne viene in mente una diversa c'è pure il rischio che ti senti "strana e sopra le righe". Questo non deve assolutamente succedere! Qualsiasi opzione venga scelta deve essere prima conosciuta (non posso scegliere veramente ciò che non conosco o ciò che non è socialmente accettabile), in seconda battuta deve andare incontro ai bisogni percepiti dalla donna e non a quelli che gli altri (medici, altre donne, amici e familiari, società...) le attribuiscono o le proiettano addosso. Assolte queste due condizioni, ad ognuna la propria strada.....

venerdì 4 novembre 2016

Malattia delle partite iva: Senato approva lo Statuto dei lavoratori autonomi

Dopo quasi 3 anni, lentino ed adagino si procede verso una migliore tutela della malattia per i lavoratori autonomi. Il Senato ha approvato il 3 novembre il testo del Jobs Act dei lavoratori autonomi, il DDL 2233 che contiene “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”. Il testo contiene un'importante sezione dedicata alla MALATTIA nella quale sono state inserite alcune delle richieste previste dalla Petizione di Afrodite K "Diritti e tutele per i lavoratori autonomi che si ammalano", vediamo quali....

giovedì 29 settembre 2016

Ottobre Rosa 2016: il cancro al seno delle lavoratrici autonome non è di serie B

Puntuale come un orologio, anche per questo 2016, arriva il mitico Ottobre Rosa. Per tutto il mese saremo bombardati di fiocchini rosa, di malainformazione, testimonial Vip e raccolte fondi per la ricerca (che devono essere servite parecchio in questi anni visto che il cancro al seno è in continuo aumento!).
Afrodite K prosegue la sua battaglia e per questo mese accende un focus sul riconoscimento delle tutele alle lavoratrici autonome colpite dal cancro al seno (tutte però, non solo le professioniste della Gestione Separata!) Che si parli anche di questo perchè se non è la malattia a schiacciarti può farlo benissimo la preoccupazione ed il crepacuore per la mancanza di tutele sul lavoro e le difficoltà economiche per la sopravvivenza quotidiana. Supporta e fai conoscere la battaglia di Afrodite K indossando la MAGLIETTA con il suo messaggio.
PS Sinceramente trovo davvero inquietante che a parlare di questo (ed a rompere le scatole no-stop da quasi 3 anni) debba essere una semplice cittadina, pure paziente oncologica. Le associazioni femminili, le associazioni di categoria, le associazioni che cercano di tutelare le donne nella malattia cosa stanno facendo in proposito? Andateglielo a chiedere indossando la maglietta, vediamo che rispondono!

lunedì 5 settembre 2016

Non abbassiamo la guardia: coloriamo l'Italia con le magliette di Afrodite K

https://worthwearing.org/store/afrodite-k-la-voce-dei-lavoratori-autonomi-che-si-ammalano/per-i-diritti-delle-partite-iva-che-si-ammalano?utm_campaign=afrodite-K-store&utm_source=post-blog&utm_medium=immagine
Grazie alle azioni portate avanti da Afrodite K ed alla sua Petizione "Diritti e tutele per i lavoratori autonomi che si ammalano" (se non hai ancora firmato cosa aspetti ad aggiungerti agli oltre 100.000 aderenti?!), il tema della malattia delle partite iva ha cominciato ad essere preso seriamente  in considerazione tanto da affacciarsi in Parlamento. La strada da percorrere è però ancora mooolto lunga. L'iter parlamentare, tortuoso e lento: attendiamo la votazione in assemblea al Senato, poi ricomincia tutto daccapo alla Camera. La causa legale contro l'INPS finalizzata a portare la situazione degli autonomi ammalati alla Corte Costituzionale è ancora in corso.
Insomma, non possiamo abbassare la guardia. Non possiamo farlo proprio ora.

mercoledì 10 agosto 2016

Lavoratrice autonoma? Conti meno di una dipendente non solo nella malattia ma anche nella violenza di genere!

Care lavoratrici autonome, pensavate di essere discriminate rispetto alle dipendenti solo nella malattia? Siete lavoratrici di serie B pure se siete donne che hanno subito violenza di genere. Recentemente infatti, in riferimento alla versione dello Statuto dei lavoratori autonomi prodotto dalla Commissione Lavoro del Senato, sono stati dichiarati inammissibili 2 importanti emendamenti che, in caso di comprovata violenza di genere subita, avrebbero esteso le tutele già esistenti per le lavoratrici dipendenti anche alle professioniste della Gestione Separata.

venerdì 29 luglio 2016

La malattia dei lavoratori autonomi: ecco tutti gli emendamenti e le tutele bocciate in Senato

In questi giorni leggerete un sacco di articoli entusiasti per il procedere dello Statuto dei lavoratori autonomi.  Si è concluso infatti, l’esame fatto dalla Commissione Lavoro del Senato presieduta dall’On.le Maurizio Sacconi e la cosa adesso passa all’Aula per l’approvazione definitiva. Nessuno sta menzionando minimamente tutti gli emendamenti che sono stati bocciati e che avrebbero migliorato di molto la tutela della malattia. Ma Afrodite K è tignosetta qui troverete un sacco di belle notizie che non vi stanno dicendo. In ogni caso, un vi preoccupate, è estate, siamo sotto l'ombrellone, un se n'accorge mica nessuno, tutto passerà lieve lieve ed indolore, i giornali esulteranno perchè lo Statuto va avanti e nel caso di questa roba qua ve n'accorgerete se un vostro caro lavoratore autonomo s'ammalerà, o voi.... Quindi, toccatevi e sperate, va....

lunedì 18 luglio 2016

L'insostenibile leggerezza della solidarietà silenziosa

Si chiama Silvia Marchi, è una lavoratrice autonoma (Silmar Beauty Nails) e sta a Firenze. Perchè sì, ha un nome ed un cognome la persona che dal 17 aprile 2014 lascia tutti i mesi una piccola donazione ad Afrodite K per portare avanti la sua battaglia. Tutti i mesi da allora. Ogni mese puntualmente mi scordo di questa cosa ed ogni 17 arriva l'avviso di PayPal a ricordarmela......

mercoledì 29 giugno 2016

La causa legale per la malattia dei lavoratori autonomi: seconda udienza

Eccola qua Afrodite K con la sua strepitosa avvocata Lara Aranzulla. Sorridenti e solari. Qualcuno c'ha anche chiesto il perchè. Ci vuole poi sempre un motivo?! Alla fine un motivo ce l'abbiamo... Il ricorso "Daniela Fregosi vs Inps" prosegue. Lento, inesorabile, paziente. Perchè il cuore non si stanca, non smette di sognare ed, in fin dei conti, continua a battere fregandosene dei risultati. Battere è il suo destino. E pulsando oggi, e poi domani e poi domani ancora, porterà qualcosa di buono a tutti noi. Ne sono certa.

giovedì 23 giugno 2016

Statuto dei lavoratori autonomi e malattia: gli emendamenti

Ce li hanno fatti sudare rimandando più volte le date di scadenza nella presentazione, ma alla fine eccoli gli emendamenti allo Statuto dei lavoratori autonomi presentati in Commissione Lavoro al Senato. Afrodite K aveva promesso di tenerli d'occhio. In questo post troverete i link per andarveli a leggere tutti se avete tempo e pazienza altrimenti godetevi direttamente l'analisi proposta qui riguardante nello specifico gli emendamenti agli articoli che impattano sulla tutela della malattia dei lavoratori autonomi.

mercoledì 22 giugno 2016

Il Governo riconosce i diritti delle partite iva colpite da malattia, il Tribunale del Lavoro?

Grazie ad Acta Associazione dei freelance per il suo comunicato ed il suo tifo! Vediamo se i cittadini ce la fanno a tifare per il diritto ad una malattia dignitosa dei lavoratori autonomi almeno la metà di quanto fanno per gli Europei di calcio. Che gli Europei poi finisco..... i diritti che non hai ti si riaffacciano a vita!!

giovedì 16 giugno 2016

Esenzione per la reperibilità Inps dei lavoratori malati di cancro: autonomi esclusi

Afrodite K ne aveva già parlato in un suo post. Il 7 giugno 2016 è uscita la circolare ufficiale n°95 dell'INPS (ed i relativi allegati) che regolamenta l'esenzione dalle fasce di reperibilità per i lavoratori colpiti da patologie gravi. Ad oggi quindi esiste sia per i lavoratori pubblici (che ne usufruivano da tempo) sia per quelli privati la possibilità di essere esentati dagli "arresti domiciliari". Naturalmente i lavoratori autonomi della Gestione Separata, essendo lavoratori e malati di serie B, sono esclusi.

giovedì 9 giugno 2016

La camminata veloce come toccasana per il cancro al seno, ma non solo

Il movimento è diventato ormai da qualche anno per me un compagno di vita importante e costante. Tra tutte le modalità con le quali mi prendo cura di me, accanto a trekking, cyclette e ballo, ha un ruolo determinante la camminata veloce. Dopo la diagnosi di cancro al seno, mi aiuta a mantenere sotto controllo il peso (noto fattore di rischio) ed a modulare il tono dell'umore.

mercoledì 18 maggio 2016

Arriva in Parlamento la tutela delle lavoratrici con endometriosi. Ma anche quelle autonome?

Arriveranno maggiori tutele alle lavoratrici colpite da endometriosi. Afrodite K è andata a leggersi i testi delle 8 mozioni bipartisan approvate alla Camera. In tutte, proprio tutte, per quanto riguarda la tutela delle lavoratrici si parla di un generico "mettere in campo forme di tutela delle lavoratrici affette da endometriosi per garantire il diritto alla salute e salvaguardare il posto di lavoro". Mmhh, come mi puzza.....

domenica 15 maggio 2016

Lo Spot del Governo ignora i lavoratori autonomi con il cancro? Afrodite K diffonde il suo

https://www.youtube.com/watch?v=RfKkkrl57CgOggi è il 15 maggio, XI Giornata del malato oncologico, per la quale il Consiglio dei Ministri prosegue la campagna di comunicazione "Il cancro si combatte anche sul posto di lavoro. Difendi la tua normalità". L'obiettivo è sostenere le iniziative di sensibilizzazione e solidarietà nel confronti del malato di cancro. Bella l'idea, bello lo spot (ecco il link). Peccato che parli esclusivamente dei lavoratori dipendenti......

venerdì 29 aprile 2016

1 Maggio Festa del Lavoro: i lavoratori autonomi hanno diritto alla tutela della malattia!

Per la Festa del Lavoratori Afrodite K ricorda a tutti che nella nostra Costituzione si parla di "lavoro" e di "lavoratori" senza specificarne la tipologia. Non risulta che esista una versione ad hoc della Costituzione per i lavoratori autonomi e le partite iva. Ne deduciamo, quindi, che i diritti debbano essere tutelati per TUTTI i lavoratori. Continuiamo allora a diffondere le richieste della Petizione "Diritti ed assistenza per i lavoratori autonomi che si ammalano" ed a chiedere che sia rispettata la Costituzione nei suoi articoli: art.3 (i cittadini sono tutti uguali), art.32 (tutela della salute), art.38 (tutela del lavoratore ammalato), la risoluzione del Parlamento Europeo "Protezione sociale per tutti, compresi i lavoratori autonomi" e ad incrociare le dita affinchè le richieste contenute nello Statuto dei lavoratori autonomi e riguardanti la malattia diventino legge certa.

martedì 19 aprile 2016

I diritti del lavoratore (dipendente) in caso di malattia. E gli autonomi? 30 secondi

Divulgo questo VIDEO davvero ben fatto che elenca in oltre 6 minuti tutti i diritti dei lavoratori dipendenti in caso di malattia, lasciando a noi partite iva, lavoratori autonomi, freelance la bellezza di 30 secondi alla fine. Beh, in fin dei conti, a descrivere la nostra situazione ci vuol davvero poco..... l'elenco dei diritti è assente o ridicolo.

mercoledì 13 aprile 2016

Statuto dei lavoratori autonomi e malattia: a che punto siamo?

Ve la ricordate la domanda che l'architetto Massimiliano Minarelli a posto all'On. Di Maio del M5S durante la trasmissione Matrix del 17 febbraio 2016? "Ma dopo un gran parlare in  trasmissioni televisive e radiofoniche, dopo approfondimenti ed articoli di giornale, che fine a fatto il Disegno di Legge sul Lavoro Autonomo?" A noi lavoratori autonomi interessa parecchio, soprattutto a tutte quelle partite iva che hanno avuto la sfortuna di ammalarsi gravemente o che lo faranno in futuro. Già, perchè in quella bozza è presente una parte importante dedicata alla tutela della malattia.

giovedì 7 aprile 2016

Disabili: arriva il decreto legge per i caregivers familiari. E i lavoratori autonomi?

Interessante notizia pubblicata da ADNkronos. Arriva il Disegno di Legge n.2128 presentato in conferenza stampa al Senato il 6 aprile 2016. Il Caregiver familiare potrebbe uscire dalla sua "invisibilità", ricevendo anche in Italia quel riconoscimento giuridico che in gran parte dei Paesi europei ha già ottenuto da tempo. Dei caregivers Afrodite K ha già parlato in modo approfondito sottolineando la situazione particolare di quelli che svolgono attività professionali autonome e sono partite iva. Pare che anche con questo DDL continueranno ad essere invisibili. Ma tanto ci sono abituati....

giovedì 31 marzo 2016

Lavoro autonomo e malattia: il mondo delle assicurazioni sanitarie

Una polizza sanitaria è una forma di assicurazione molto diffusa nei Paesi dove non è presente un sistema di assistenza sanitaria statale (come ad esempio negli Stati Uniti), ma sta prendendo piede anche in Italia perché le polizze sanitarie si pongono come complementari all’assistenza fornita dal Sistema Sanitario Nazionale. Per legge, infatti, ogni cittadino italiano ha diritto a cure mediche gratuite, ma sappiamo anche bene che molto spesso questo imperativo viene interpretato in maniera molto lasca da parte della sanità pubblica. Di frequente anche l’accesso alla sanità di Stato ha un costo; spesso ancora i tempi di attesa infiniti per una visita presso un centro pubblico spingono i pazienti a rivolgersi alla sanità privata, con evidenti costi. Ebbene, una polizza salute serve a fare in modo che questi costi non ricadano sui portafogli dei pazienti. Tutto vero, ma vallo a raccontare ai lavoratori autonomi, massacrati dalla crisi e dalle tasse......

giovedì 17 marzo 2016

Maggiori tutele per la malattia degli autonomi, ma non per tutti....

Rete Imprese Italia, organo di rappresentanza delle 5 principali organizzazioni di micro, piccole e medie imprese nei settori del turismo, artigianato, commercio, manifatturiero e costruzioni, in seguito all'audizione avuta presso la Commissione Lavoro del Senato il 16 marzo 2016, dice la sua sui DdL relativi al lavoro autonomo, il cosidetto Statuto dei lavoratori autonomi. Della relazione complessiva, riporto in particolare la parte relativa alla malattia......

mercoledì 16 marzo 2016

Il Reiki per i malati di cancro: l'esperienza del Regno Unito

Cancer Research UK, ente di beneficenza del Regno Unito fondato nel 2002 che si occupa di informazione e ricerca sul cancro, ha inserito nel proprio sito un'intera sezione dedicata all'utilizzo del Reiki con i pazienti oncologici. Io lo so da tempo cosa vuol dire poter utilizzare questa tecnica su se stessi come pazienti oncologici e purtroppo, recentemente, anche su altri ammalati (tanto che avevo già scritto un approfondito articolo), ma vederlo scritto così nero su bianco, fa un certo effetto....

venerdì 11 marzo 2016

La malattia dei lavoratori: cosa dice il Codice Civile

Così recita l'articolo 2110 del Codice Civile (LIBRO QUINTO - Del lavoro → Titolo II - Del lavoro nell'impresa (artt. 2082-2221) → Capo I - Dell'impresa in generale → Sezione III - Del rapporto di lavoro): "In caso di infortunio, di malattia, di gravidanza o di puerperio.....

lunedì 29 febbraio 2016

Abolizione della reperibilità in caso di malattie gravi per tutti i lavoratori. Tranne gli autonomi...

In caso di patologia il lavoratore che usufruisce di un'indennità di malattia domiciliare ha il dovere di rendersi reperibile per la visita fiscale dell'Inps in alcune fasce apposite (lavoratori pubblici 9-13 e 15-18; privati ed autonomi della GS 10-12 e 17-19). Se tali orari non vengono rispettati ed il lavoratore esce di casa e risulta assente dal domicilio comunicato all'inizio della malattia può incorrere a sanzioni e/o provvedimenti disciplinari se non giustifica mediante prove certe e documentabili il motivo della sua assenza durante tali orari. Tutto questo ha sempre creato notevoli problemi in caso di patologie gravi e malattie oncologiche tanto che, negli ultimi anni, ci sono state importanti modifiche legislative, segno di grande civiltà e buon senso. Naturalmente, non per i lavoratori autonomi, per i quali evidentemente l'art.38 della Costituzione, non vale.......

lunedì 15 febbraio 2016

Carta dei diritti universali del lavoro della CGIL: ma i lavoratori autonomi?

Ormai il mondo del lavoro autonomo è sotto i riflettori. Era ora ed è già un primo passo importante anche in funzione della tutela della malattia. Chiaramente se le partite iva non esistono, non possono neppure ammalarsi. Quindi ok, esistiamo e diciamo che siam contenti di tutto questo movimento compreso il recente Statuto dei lavoratori autonomi su cui il Parlamento inizierà a lavorare. Anche la CGIL sembrerebbe tutta mobilitata a ragionare sui diritti e le tutele dei lavoratori. Tutti, pure quelli autonomi visto che la Carta che hanno partorito è universale. Ma la parola universale è davvero grossa. Si fa presto a dire universale, poi vai a leggere e per i lavoratori autonomi cambia poco e niente, compresi i diritti in caso di malattia grave.....

giovedì 11 febbraio 2016

Cancro al seno e sessualizzazione: finalmente un pò di dibattito anche in Italia

Di questo tema Afrodite K ha già parlato in altre occasioni: la sessualizzazione del cancro al seno. All'estero il dibattito è un pò più frizzante. In Italia siamo ancora indietro ma recentemente qualcosa ha iniziato a muoversi ed Afrodite K invita donne ed uomini, malati e non a leggersi questi 2 ottimi articoli. Vi propongo quindi le riflessioni della chirurga senologa Alberta Ferrari pubblicate nel suo blog sul Fatto Quotidiano: Cancro al seno: la tetta vende. Ma solo se è per una "buona causa" e la traduzione di un articolo che L'Amazzone Furiosa ci ha gentilmente messo a disposizione: Oggettificazione sessuale. L'articolo propone un'approfondita analisi fatta dalla sociologa medica Gayle Sulik che si occupa da anni di salute delle donne.

venerdì 5 febbraio 2016

Roma - Camera dei Deputati: Afrodite K al Convegno "Lavoro e Cancro"

Afrodite K è stata a Roma il 3 febbraio 2016 presso la Camera dei Deputati con un intervento sulla situazione dei lavoratori autonomi colpiti da grave malattia. L'intervento avverrà nell'ambito del Convegno "Il lavoro per i malati di cancro" organizzato da FAVO e dall'On. Vincenzo D'Arienzo (PD) firmatario di una Proposta di Legge che intende disciplinare il periodo di comporto per i pazienti oncologici.

venerdì 29 gennaio 2016

Tutela della malattia nello Statuto dei lavoratori autonomi: prima vittoria, ma è solo l'inizio

Lo Statuto dei lavoratori autonomi è finalmente arrivato in Consiglio dei Ministri che ha divulgato il testo in un apposito comunicato stampa. Indubbiamente è un primo passo importante come hanno sottolineato diverse associazioni come Acta. Nella parte dedicata alla malattia, è scritto quanto segue......

mercoledì 27 gennaio 2016

Statuto dei lavoratori autonomi: 100.000 motivi per tutelare la malattia. Sul serio però ...

Il 28 gennaio lo Statuto dei lavoratori autonomi approda al Consiglio dei Ministri. Per la battaglia che da 2 anni cerca di ottenere equità e giustizia per le partite iva colpite da malattia grave e prolungata si tratta di una tappa importante, un treno da non lasciari sfuggire visto che lo Statuto contiene una parte dedicata proprio alla malattia. Da un lato c'è profonda attesa e soddisfazione per la presenza nel testo di una delle richieste della Petizione "Diritti ed assistenza per i lavoratori autonomi che si ammalano" (la possibilità di congelare i contributi previdenziali per un massimo di 2 anni e la successiva rateizzazione), dall'altro lato però......

martedì 26 gennaio 2016

Ferrara, 25esimo Comune a chiedere tutele per le partite iva che si ammalano

Prosegue il pressing e la lista delle amministrazioni locali che sostengono la Petizione "Diritti ed assistenza per i lavoratori autonomi che si ammalano" lanciata da Afrodite K che ha superato ormai le 96.000 firme. Si aggiunge il Comune di Ferrara dove il consigliere di Fdi Paolo Spath ha presentato l'ordine del giorno "Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi colpiti da grave malattia" che il Consiglio ha approvato il 22 ottobre 2015.

lunedì 25 gennaio 2016

Proposta di legge per il lavoro autonomo e..... la malattia

I 2 anni di battaglia per la tutela della malattia grave dei lavoratori autonomi hanno portato un bel pò di movimento a livello legislativo.  Segnalo anche la Proposta di Legge della deputata Pd Chiara Gribaudo (ed altri) "Disposizioni per la tutela e la promozione del lavoro autonomo" n.3364 promossa dall'On. Gribaudo del PD e da altri depositata ad ottobre 2015.

giovedì 21 gennaio 2016

Partite iva: quando si ammala un familiare

Manco l'avessi pianificato a tavolino..... Dopo 2 anni che mi batto per la tutela dei lavoratori autonomi colpiti da malattia grave trovandomi nella condizione di paziente oncologica, adesso mi tocca pure sperimentare quella di partita iva che assiste un familiare gravemente ammalato. Eh sì, perchè adesso mentre proseguo il mio iter medico, dall'oncologo da cui sono in cura ci accompagno pure mia madre ed il suo tumore al polmone in stadio avanzato. Ore e giornate intere ad accompagnare, assistere, rassicurare ed alleviare le sofferenze ed il dolore di una persona che ami. Insomma, se sei una lavoratrice autonoma, paziente tu, caregiver di un tuo caro e... donna, hai proprio fatto bingo. Niente 104, niente ferie nè aspettative da utilizzare. Benvenuto 2016! Se mai ci fossero ancora dei dubbi su quello che succede quando la malattia incontra il mondo del lavoro autonomo e sulla necessità di fare qualcosa quanto prima, rileggetevi questo post che avevo pubblicato senza sospettare che poi lo avrei dovuto pure testimoniare direttamente: Quando i lavoratori autonomi sono caregiver e la malattia colpisce i loro cari. Un abbraccio forte a TUTTI gli "invisibili" caregivers che ci circondano, autonomi e non.

sabato 16 gennaio 2016

Statuto dei Lavoratori Autonomi: vergognoso dietro front per la tutela della malattia

Da quando come lavoratrice autonoma sono stata colpita da una malattia grave come il cancro ho capito chiaramente quali sono le 3 cose da cui le partite iva (soprattutto quelle individuali ed i freelance) devono costantemente difendersi: indifferenza, pregiudizi e....promesse non mantenute. Tra dicembre 2015 e l'inizio del nuovo anno moltissimi lavoratori autonomi stavano cominciando a credere che Babbo Natale fosse finalmente arrivato anche per loro. E invece sul fronte della tutela della malattia ci sono brutte novità....

sabato 9 gennaio 2016

Il cancro al seno raddoppierà entro il 2030? No problem, salva e mostra i capezzoli!

Mentre gli studi di settore ci dicono che l’incidenza dei casi di cancro al seno è destinata a raddoppiare entro il 2030 proseguono le iniziative sfiziose su questo tema. Donne, che grande fortuna che abbiamo eh? Parlano continuamente di noi. Organizzassero iniziative più focalizzate alla lotta reale contro il cancro nelle sue cause primarie, forse di questa epidemia potremmo parlarne di meno. Anche la campagna #SaveTheNipple ha agganciato un hashtag già famoso sul  web per la lotta contro la discriminazione della nudità femminile: #freethenipple. Ed è proprio il collegamento tra questi due temi che mi lascia decisamente perplessa.

Ok campagne contro il cancro al seno, ok campagne per eliminare discriminazioni, ma perchè collegare le due cose. Mostrare (e salvare) i capezzoli è davvero così determinante per quanto riguarda il cancro al seno?
Il messaggio permane lo stesso: pensa al tuo seno, salva il tuto seno, il tuo seno è la cosa più importante, agisci in tempo per salvare il tuo seno, tu sei il tuo seno. 
Da un lato ci sta tutto. Il cancro al seno parte dal seno e quindi chiaramente il seno deve essere tenuto sott'occhio. Non fa una piega. Ma nello stesso tempo occorrerebbe chiarire meglio il messaggio, e non lo si fa proprio per niente. Non si parla ANCHE di tutto il resto: metastasi che possono partire, pericolo del linfedema e disagi per il drenaggio linfatico compromesso, posture sconquassate, effetti delle terapie ospedaliere e domestiche...
Il seno impreversa ovunque, nelle immagini, nei discorsi. 
Mancavano i capezzoli.
E come donna colpita dal cancro al seno (o in pericolo di esserlo) dovrei sentirmi esaltata e gridare vittoria perchè i capezzoli vengono liberati e mostrati ampliando le immagini classiche delle donnine con il torace nudo ma pudicamente coperto dalle mani e dai fiocchini rosa? 
Sarebbe questa la parità e la libertà? Mostrare i capezzoli come gli uomini?
La vera vittoria sul cancro al seno e per le donne arriverà quando aumenterà la ricerca su TUTTE le possibile cause, quando si riuscirà a capire meglio perchè l'incidenza continua ad aumentare, quando si riuscirà a fare una reale prevenzione primaria (evitare che il cancro al seno arrivi).

PS Poi entri nel sito della campagna Savethenipple e la centratura sui capezzoli è praticamente nulla, ci sono racconti di donne ed un ottimo video sull'autopalpazione. Mah..., e allora perchè quel titolo? 

martedì 5 gennaio 2016

Malattia e infortuni, il futuro è nella sanità integrativa: auguri cari lavoratori autonomi....

Non ho smesso mai di ridere, dall'inizio alla fine di questo articolo di Unipol. Il mondo cambia certo, le esigenze di protezione sanitaria pure, non fa una piega. Chi sono coloro che si troveranno sempre più indietro in tutto questo. Indovinate un pò? Beh ma certo, quei ricchi evasori degli autonomi, no?