immagine

giovedì 29 settembre 2016

Ottobre Rosa 2016: il cancro al seno delle lavoratrici autonome non è di serie B

Puntuale come un orologio, anche per questo 2016, arriva il mitico Ottobre Rosa. Per tutto il mese saremo bombardati di fiocchini rosa, di malainformazione, testimonial Vip e raccolte fondi per la ricerca (che devono essere servite parecchio in questi anni visto che il cancro al seno è in continuo aumento!).
Afrodite K prosegue la sua battaglia e per questo mese accende un focus sul riconoscimento delle tutele alle lavoratrici autonome colpite dal cancro al seno (tutte però, non solo le professioniste della Gestione Separata!) Che si parli anche di questo perchè se non è la malattia a schiacciarti può farlo benissimo la preoccupazione ed il crepacuore per la mancanza di tutele sul lavoro e le difficoltà economiche per la sopravvivenza quotidiana. Supporta e fai conoscere la battaglia di Afrodite K indossando la MAGLIETTA con il suo messaggio.
PS Sinceramente trovo davvero inquietante che a parlare di questo (ed a rompere le scatole no-stop da quasi 3 anni) debba essere una semplice cittadina, pure paziente oncologica. Le associazioni femminili, le associazioni di categoria, le associazioni che cercano di tutelare le donne nella malattia cosa stanno facendo in proposito? Andateglielo a chiedere indossando la maglietta, vediamo che rispondono!

lunedì 5 settembre 2016

Non abbassiamo la guardia: coloriamo l'Italia con le magliette di Afrodite K

https://worthwearing.org/store/afrodite-k-la-voce-dei-lavoratori-autonomi-che-si-ammalano/per-i-diritti-delle-partite-iva-che-si-ammalano?utm_campaign=afrodite-K-store&utm_source=post-blog&utm_medium=immagine
Grazie alle azioni portate avanti da Afrodite K ed alla sua Petizione "Diritti e tutele per i lavoratori autonomi che si ammalano" (se non hai ancora firmato cosa aspetti ad aggiungerti agli oltre 100.000 aderenti?!), il tema della malattia delle partite iva ha cominciato ad essere preso seriamente  in considerazione tanto da affacciarsi in Parlamento. La strada da percorrere è però ancora mooolto lunga. L'iter parlamentare, tortuoso e lento: attendiamo la votazione in assemblea al Senato, poi ricomincia tutto daccapo alla Camera. La causa legale contro l'INPS finalizzata a portare la situazione degli autonomi ammalati alla Corte Costituzionale è ancora in corso.
Insomma, non possiamo abbassare la guardia. Non possiamo farlo proprio ora.